Aprire un negozio online in 5 mosse nel 2022

aprire un negozio online

Se stai leggendo queste informazione molto probabilmente hai un’attività fisica e stai capendo quanto è importante avere un’estensione online che ti permetta di aumentare le entrate.

A volte creare un negozio online che funzioni e che produca vendite costanti può sembrare una sfida complessa. Questa scelta comporta un insieme di azioni e decisioni da intraprendere nella giusta direzione.

Con piattaforme come shopify e woocommerce, aprire un negozio è un operazione che si svolge in poche ore se sono pochi prodotti e pochi giorni se i prodotti sono tanti.

Per aiutarti a creare un’estensione online di successo, voglio parlarti di alcuni step necessari per avere una possibilità di successo nel 2022.

Ho cercato di ordinare  i 5 step nella logica di ricercare, sviluppare, ottimizzare e scalare il tuo negozio online.

1. Definisci il tuo WHY e la tua UVP

Le due domande chiave a cui devi rispondere prima di mettere mano alla costruzione vera e propria sono:

Molti pensano che avere un negozio online significa aprire un sito con un carrello. Niente di più sbagliato. L’ecommerce è una parte di un ecosistema del tuo modello di business e va preso con molta serietà, studio e disciplina.

E cosa è l’UVP?

Significa Unique Value Proposition ed è l’insieme dei benefici che l’impresa promette di fornire ai clienti e da cui questi ultimi possano ricavare una soddisfazione tale da giustificare il pagamento del prodotto.

Per quanto riguarda i benefici devono essere chiari, misurabili e dimostrabili.

L’UVP è assolutamente necessaria per distinguerti dalla concorrenza.

Una chiara proposta di valore influenza il processo decisionale dell’acquirente e più è chiara l’UVP e più i freni all’acquisto diminuiscono.

Ognuno di noi prende le decisioni principalmente verso due direzioni: ispirazione o disperazione.

Il messaggio racchiuso dentro l’UVP deve ispirare o risolvere un problema che la persona sta vivendo.

Lavorare su questo aspetto importante del tuo negozio permette di:

Ti stai chiedendo come trovare la tua UVP?

Ecco 5 domande utili:

Rispondendo a queste domande avrai ben chiaro il tuo posizionamento. E questo posizionamento ti serve per posizionarti nella mente del tuo target ideale.

2. Definisci gli aspetti legali

Questo è un aspetto che molti danno per scontato e poi si ritrovano in guai seri che potrebbero compromette la parte di crescita del tuo business.

Se hai già un’attività fisica sarà importante allineare la contabilità di un business online con il tuo commercialista che dovrà consigliarti la giusta forma giuridica per bilanciare il peso fiscale e salvaguardare il tuo margine.

Anche se in italia la tassazione è davvero molto alta rispetto ad altri paesi, ti consiglio di formarti su questo argomento e magari interagire tu stesso con il commercialista per delineare il giusto peso fiscale senza dissanguare il tuo margine di guadagno.

Sii consapevole di questa affermazione. Per vendere online è obbligatorio la partita IVA.

3. Individua un modello di business

Se hai un’attività fisica, hai ben chiaro il tuo modello di business?

Facciamo degli esempi:

Individuare il modello di business ti permette di progettare il tuo negozio online e portarlo al successo. Nel momento in cui individui la tua categoria, vai anche a potenziare il tuo posizionamento.

Questo nella testa del tuo pubblico si traduci in: quell’attività è il mio punto di riferimento quando ho questo problema.

4. Studia la tua concorrenza e scrivi un business plan

Conosci il tuo prodotto, hai valutato il suo potenziale e conosci bene il tuo fornitore. Adesso è tempo di studiare i tuoi competitor, capire cosa fanno che funziona, cosa fanno che non funziona e scrivere il tuo business plan con lo scopo di sviluppare il tuo negozio online di successo.

Per trovare i tuoi concorrenti inizia a rispondere a queste domande mettendoti dalla parte del potenziale cliente:

Ora vai su Google.com e inizia a giocarci. Usciranno tanti tuoi competitor. Quello che devi fare è iniziare a guardare i loro siti e prendere appunti.

Ci sono anche servizi a pagamento come SEMRush che sono di molto aiuto per un’analisi più completa, ma inizia sempre da metodi organici e prendi più appunti possibili.

Guarda il loro messaggio, osserva l’esperienza che ti fanno vivere e cerca di progettare un’esperienza migliore o diversa. Se sarai uguale, avrai poche possibilità di avere successo con il tuo negozio online.

Dopo aver fatto questo, struttura il tuo business plan perchè diventerà la mappa del tuo successo.

5. Scegli la piattaforma dove creare il tuo Negozio online

Per creare un ecommerce che funzioni, devi individuare piattaforme che ti permettono di creare un’ottima esperienza di acquisto e navigazione.

Sul mercato esistono molte opzioni tra cui scegliere, ognuna con i suoi punti di forza e debolezza, costi e caratteristiche uniche per diverse tipologie di attività.

Quali sono quindi le migliori piattaforme da usare?

Shopify: una delle migliori piattaforme per creare negozi online

aprire un negozio online

Shopify è una delle piattaforme più utilizzate per creare straordinarie esperienze di acquisto. All’inizio può sembrare abbastanza costosa, e lo è, ma le possibilità che ti permette di applicare, possono portarti a risultati davvero importanti.

Alcuni dicono che è facile da usare. Ho costruito diversi siti su questa piattaforma e ci sono molte cose che bisogna studiare e testare per avere risultati misurabili.

Una volta apprese le best practive, allora si che diventa semplice. Quello che conta è il risultato che vuoi ottenere.

Se vuoi vendere anche all’estero, questo strumento ti permette di farlo in modo più semplice.

Quanto costa creare un sito ecommerce su Shopify?

Devi partire da 27 euro al mese e con l’aggiunta di app necessari a creare diverse automazioni e un esperienza migliore puoi arrivare anche ad avere costi superiori a 100 euro. E man mano che ottieni risultati, i costi potrebbero aumentare.

Woocommerce: altra piattaforma molto utilizzata.

Woocommerce è un plug-in che si appoggia alla piattaforma wordpress. Anche questo plug-in è molto usato per creare negozi online performanti.

Questa piattaforma è in continuo miglioramento e aggiornamento, sia in termini di fuonzionalità che caratteristiche per creare un’esperienza di acquisto fluida e dinamica.

Quanto costa woocommerce?

Woocommerce è un plugin gratuito e, appoggiandosi in wordpress si può sfruttare davvero alla grande. Infatti si possono integrare tante estensioni e si possono caricare tanti prodotti.

Usato con plugin come Elementor Pro, si può creare un negozio virtuale di veramente grande impatto.

Dopo aver visto questi 5 punti per creare il tuo negozio online, un’altra cosa molto importante è creare il brand. Leggi l’articolo che ho scritto su questo argomento.

Questi punti che ho condiviso con te sono solo una piccola base da cui partire. Creare un sito ecommerce redditizio non è un obiettivo facile da raggiungere.

La scelta del prodotto, presentarlo in modo persuasivo, costruire un negozio fluido, fino alla creazioni di ecosistemi di marketing per aumentare le vendite. I puntini da unire sono moltissimi.

Tuttavia queste 5 mosse ti permettono di avere una base di consapevolezza per darti un’idea chiara del percorso da percorrere. Ora inizia a seguire i 5 step e avvia il tuo negozio online per creare un negozio online.

Se hai un’attività fisica e vuoi creare un’estensione online efficace e funzionante, o semplicemente vuoi migliorare quella che già hai. CONTATTACI ORA

Vuoi aprire un tuo sito web dalle alte prestazioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.