Vendere online: 10 dritte da seguire

vendere online

Sapevi che dopo la pandemia 3 acquisti su 4 avvengono via smartphone o tablet?

Con ritmi di cescita del 79% nel 2022, vendere online rappresenta la grande opportunità per le imprese italiane.

E’ un lavoro che richiede un impegno a tempo pieno, ma una volta raggiunto il tuo pubblico ideale, i ritorni sono davvero importanti.

Iniziamo con le 10 dritte per vendere online.

1. Il tuo sito ecommerce non basta. Crea un ecosistema di marketing e utilizza canali di vendita

Puoi avere anche il miglior sito di ecommerce, puoi vendere il miglior prodotto, ma se non crei un ecosistema di marketing che porti visite e li trasformi in vendite, non servirà a niente il tuo negozio. L’online offre diverse oportunità. Vendere online significa anche essere collegato bene con i vari strumenti di Google e i social come Facebook, instagram e perchè no, anche TikTok.

Dipende sempre dal tuo prodotto e dal tuo mercato. Facendo ricerche devi cercare di scoprire dove sta il tuo pubblico e li ti devi posizionare.

Poi scegli dei canali di vendita. Al momento come principale canale di vendite online potrebbe essere Amazon. Creando un account in Amazon seller ti basterà pagare circa 39€ al mese e iniziare a caricare i tuoi prodotti.

Amazon è un’altro mondo da studiare e scoprire, ma se fai ecommerce, a meno che non hai grossi budget per  l’advertising, Amazon è un canale di vendita quasi irrinunciabile, soprattutto se vendi all’estero.

2. Scegli non più di 3 fonti di traffico

Ogni ecommerce ha bisogno di ricevere traffico qualificato, altrimenti difficilmente si potrà sostenere. Nella sceltra delle fonti di traffico ti consiglio di approfondire Facebook e Instagram, Google e TikTok. Queste fonti di traffico, a mio avviso, sono le migliori per produrre risultati di vendita in un ecommerce.

 

3. Studia le regole dei mercati esteri


Se vuoi vendere sui mercati esteri, studia abitudini e regole. Per esempio, i tedeschi danno molta importanza alle descrizioni, che devono essere tecniche e dettagliate.


Tieni in considerazione che in Germania c’è un’alta percentuale di resi(circa il 40% delle vendite). Anche i francesi, difficilmente comprano prodotti che non abbino una descrizione nella loro lingua.

Studiare bene il mercato estero, ti permette di adattare le pagine del tuo ecommerce a quello che vuole il cliente ideale. Vendere dall’Italia verso l’estero, significa portare il tuo fatturato ad almeno 1000 euro giornaliero in fase di acquisizione e poi aumentare ancora di più il margine attraverso strategie di email marketing.

4. Pensa al tuo prodotto come se fosse nella vetrina del più bel negozio in centro in una grande città

Il web non è la spazzatura, dove mettere prodotti vecchi o senza valore. E gli errori commessi, per esempio un cliente non soddisfatto, non può essere cancellato.

Nel creare la tua offerta e vetrina nel web, devi avere la stessa cura che metteresti se esponessi i tuoi prodotti in un elegante negozio in centro in una metropoli.

Con una differenza: davanti alla vetrina di un bellissimo negozio in città, ogni mese passa un milione di persone, in negozi come Amazon ne passano oltre 200 milioni.

5. Inserisci un prodotto civetta che faccia aprire il carrello

Il potenziale cliente deve avere un motivo forte per utilizzare la sua carta sul tuo sito, altrimenti abbandona l’acquisto.

Nella tua offerta inserisci un prodotto bestseller che faccia iniziare un acquisto. Per esempio se vendi borse, inserisci la borsa di pelle nera.

Solo quando il cliente sta per completare l’acquisto, proponi altri articoli correlati con un prezzo più basso, come portachiavi, portamonete e altri piccoli accessori.

I carrelli devono avere un scontrino medio di 29/30 euro come minimo.

Ricorda sempre che il tuo negozio online deve essere progettatto su questi 3 pilastri:

6. Offri spesso qualcosa di nuovo

Il bisogno di varietà è la chiave per far prosperare il tuo negozio a lungo termine.

Cambiare spesso la vetrina, come se avessi un negozio su strada, ti permette di intercettare i gusti dei tuoi potenziali clienti.

Cerca di proporre cose diverse.

Se per esempio vendi accessori moda, metti in evidenza orecchini per la prima settimana, la settimana dopo proponi collane e bracciali, la settimana dopo cambia i modelli o proponi anelli e altri accessori. Stuzzica il bisogno di varietà del tuo pubblico.

Cambiare spesso serve ad attirare nuovi utenti e creare in essi l’aspettativa di trovare qualcosa di nuovo.

7. Fotografa in modo professionale i tuoi prodotti

Se vendi abbigliamento o arredamento cerca di fotografare più varianti possibili. Evita di mostrare il quadratino del colore. Se vendi borse o accessori moda, fotografale anche indossati e fotografa il dettaglio.

Una cosa davvero intelligente è affidarsi a fotografi specializzati nell’online. Principalmente la foto deve essere pulita e a sfondo bianco in alta risoluzione.

Allo stesso modo, la descrizione deve essere ricca e completa di dettagli. Con la descrizione il cliente deve immaginare e desiderare di avere il tuo prodotto.

8. Investi almeno 20.000€ nel tuo ecommerce

Stabilire un budget e delle risorse da destinare al tuo e-commerce e al tuo ecosistema di marketing ti permette di avere una crescita misurabile.

La cifrà può anche essere inferiore ai 20.000€ ma la crescita rischia di essere lenta e a lungo andare perdi motivazione.

Non tutti ti creano un e-commerce a partire da 1000€ come noi di clienti from digital, al tempo stesso il budget serve specialmente per far arrivare traffico attraverso Google, Facebook e instagram, e al momento anche TikTok è un canale di traffico molto interessante.

Alcune attività di queste, sono attività abbastanza complesse e se non hai le competenze, meglio affidarle ad un’agenzia.

Aprire un negozio online è come aprirlo nella periferia di una città, bisogna portare gente nella tua attività.

9. Progetta il tuo calendario anticipato

Quando lavori sul web, devi anticipare gli eventi durante l’anno che possono farti aumentare le vendite, perchè occorre considerare i tempi di consegna.

Il Natale per gli e-commerce inizia a ottobre-novembre. San valentino da metà Gennaio. Quando vuoi organizzare dei saldi, inizia prima dei negozi fisici e cerca di  dare uno sconto più vantaggioso dei negozi su strada.

Se vendi all’estero, considera che le date delle feste sono diverse da quelle Italiane. Per esempio in Germania il back to school è a luglio, perchè la scuola inizia ad agosto.

10. Organizza il magazzino e la logistica

Tutti questi punti che abbiamo visto, non servono a nulla se non riusciamo a creare un’ottima esperienza di logistica e spedizioni. Importante è scegliere il corriere che deve essere affidabile, economico e veloce e adatto al tuo prodotto in base alle dimensioni.

Molti consigliano il dropshipping che significa affidarsi a magazzini esterni, ma io te lo sconsiglio, perchè molte volte i tempi di spedizioni sono lunghi e questo aspetto fa perdere interesse nei tuoi prodotti. Cerca sempre di iniziare da un tuo magazzino. Questo ti permette di avere maggiore controllo e velocizzare la spedizione.

Poi nel momento i cui volumi aumentano, affidati ad una logistica organizzata.

Hai un’attività fisica e vuoi creare il tuo negozio online per aumentare le entrate dell’attività? CONTATTACI ORA

Ecco la migliore soluzione per il tuo Hosting professionale 👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.